• Oltre 950 vini provenienti da 26 paesi
  • 113 medaglie d’oro
  • 70 degustatori provenienti da 18 paesi tra cui Sud Africa, Giappone e Nuova Zelanda
  • Regione ospite 2019: Friuli Venezia Giulia

18 marzo 2018 (Bruxelles, Belgio): La 9ª edizione del Concours Mondial du Sauvignon si è svolta nella città di Graz, in Austria, il 2 e 3 marzo 2018. Durante il concorso, una giuria di 70 esperti internazionali, provenienti da 18 paesi, ha degustato alla cieca  ben 958 vini provenienti da 26 paesi. I degustatori – giornalisti, buyer, enologi e produttori – hanno attribuito 289 medaglie tra cui 6 Trofei Rivelazione*. Le medaglie sono state così ripartite: 113 medaglie d’oro (Francia, Austria, Nuova Zelanda, Germania, Slovacchia, Spagna, Italia, Bulgaria, Grecia, Sud Africa, Romania e Repubblica Ceca) e 176 medaglie d’argento (tra i vincitori, Portogallo, Serbia e Slovenia). L’Austria, paese ospite, ha fatto molto parlare di sé, quest’anno, classificandosi al secondo posto per numero di medaglie vinte, dietro alla Francia.

“Questa bella vittoria del vino di Stiria (Austria) conferma il successo che abbiamo riportato durante le ultime due edizioni del Concours Mondial du Sauvignon”, ha commentato Stefan Potzinger, Presidente dell’Associazione interprofessionale dei vini della Stiria. “Sottolinea, inoltre, l’approccio qualitativo delle regioni vinicole stiriane grazie, in particolare, all’attenzione dei vignaioli per il mantenimento della qualità. Tutta questa cura, la si ritrova nel vino che resta uno dei migliori vini bianchi al mondo. Queste ricompense ci consentono di guardare al futuro con fiducia. Ma non abbiamo nessuna intenzione di riposarci sugli allori poiché siamo determinati a incrementare la qualità dei nostri vini per fare dei sauvignon bianchi della Stiria un marchio mondialmente conosciuto. Il Concours Mondial du Sauvignon è una tribuna eccellente per provare la qualità dei nostri sauvignon bianchi”.

Oltre alle medaglie d’oro e d’argento, sono stati attributi dei trofei speciali Rivelazione ai vini che hanno ottenuto il miglior punteggio, ricompensando così l’eccellenza del sauvignon bianco nelle diverse categorie.

Nel 2018 il Concours Mondial du Sauvignon ha lanciato una nuova categoria Rivelazione per premiare il miglior Sauvignon dolce del concorso.

*I 6 Trofei Rivelazione sono stati attribuiti a:

2018 Rivelazione Sauvignon non Barricato:
Fournier Père et Fils, Grande Cuvée 2015, Pouilly-Fumé, Francia

2018 Rivelazione Sauvignon Barricato:
Clos Henri Vineyard, Clos Henri Sauvignon blanc 2016, Marlborough, Nuova Zelanda

2018 Rivelazione Assemblaggio:
Domaine Haut Marin, Amande 2 Colombard & Sauvignon 2017, IGP Côtes de Gascogne, Francia

2018 Rivelazione Sauvignon Biologico:
Domaine Baron, La Fût Nambule Sauvignon Blanc 2016, Touraine, Francia

2018 Trofeo Dubourdieu:
Weingut Kodolitsch, Sauvignon Blanc Rosengarten Reserve 2015, Stiria, Austria

2018 Rivelazione Sauvignon Dolce:
Ewald Zweytick Wein, SB Sauvignon Blanc Trockenbeerenauslese 2015, Stiria, Austria

L’elenco completo dei vincitori è disponibile al seguente indirizzo: http://results.cmsauvignon.com/

Nel 2019, per il suo 10° anniversario, il Concours Mondial du Sauvignon tornerà in Friuli Venezia Giulia (FVG), che nel 2015 aveva accolto con successo la prima edizione organizzata fuori dal territorio francese.

“Le motivazioni di questa scelta rese note a Graz”, afferma l’assessore regionale alle Risorse agricole Cristiano Shaurli, “sono per noi motivo di grande orgoglio, in quanto legate alla continua crescita qualitativa dei nostri vini, a partire dal sauvignon, ed alla capacità organizzativa e di accoglienza, già dimostrate nell’edizione 2015. È questa una soddisfazione che voglio condividere con viticoltori, Consorzi e territorio: lavorando uniti, abbiamo dimostrato che per superare momenti difficili non serve lamentarsi bensì credere con forza alle nostre capacità ed alla grande qualità dei nostri prodotti. In un momento in cui si registra una forte crescita di alcuni vitigni nella nostra regione”, conclude Shaurli, “bisogna accompagnarne e valorizzare la qualità”.

“Siamo orgogliosi”, aggiunge Adriano Gigante, vice presidente del Consorzio DOCFVG, “che una piccola regione, come il Friuli Venezia Giulia, possa rappresentare l’Italia ad una competizione internazionale, dove arrivano mille campioni da tutti i continenti”.

Da sinistra : Thomas Costenoble, Direttore del Concours Mondial du Sauvignon, Cristiano Shaurli, Assessore regionale alle Risorse Agricole e Forestali, Stefan Potzinger, Presidente dell’associazione interprofessionale dei vini della Stiria

Fedele alla tradizione del Concours Mondial du Sauvignon, Stefan Potzinger, Presidente dell’associazione interprofessionale dei vini della Stiria, ha regalato a Cristiano Shaurli una pianta di sauvignon di Stiria che sarà piantato nei vigneti del Friuli Venezia Giulia.

Le foto del Concours Mondial du Sauvignon 2018 sono disponibili qui.

Contatti stampa: Valentina Phillips, valentina.phillips@vinopres.com