Concours Mondial du Sauvignon 2020

I RISULTATI

SCOPRI TUTTI I RISULTATI

Gli trofei Rivelazione

2020 Trofeo Dubourdieu:
Weingut Plonerhof – Marling, 2018 Ploner Exclusiv, Alto Adige Sauvignon DOC, Italia

2020 Trofeo Tonnellerie Sylvain:
Domaine Serge Dagueneau et Filles, 2018 La Léontine, Pouilly Fumé, Valle della Loira, Francia

2020 Rivelazione Sauvignon non barricato:
Domaine Renaudat Valery, 2019 Les Nouzats, Quincy, Valle della Loira, Francia

2019 Rivelazione assemblaggio:
 David Fourtout, 2018 Grand Vin Les Verdots, Bergerac sec, Sud-Ovest, Francia

2020 Rivelazione Sauvignon bio:
Domaine Delobel2018 B de Oisly, Touraine Oisly, Valle della Loira, Francia

comunicato stampa

Concours Mondial du Sauvignon

5 – 7 marzo 2020 in Touraine, Valle della Loira

Il Sauvignon, grazie alle sue eccezionali qualità aromatiche, è uno dei vitigni più apprezzati dai consumatori di tutto il mondo. Da questa constatazione è nata l’idea di un concorso mondiale aperto a tutte le regioni di produzione dei due emisferi.

Questo concorso è destinato a:

  • favorire la promozione dei vini provenienti dal vitigno Sauvignon di buona qualità,
  • incoraggiare la produzione e favorire un consumo misurato,
  • iniziare il pubblico alla ricchezza e alla diversità di questo vitigno.

Presente sulla scena internazionale, il vitigno Sauvignon gode del riconoscimento e dell’entusiasmo tanto dei professionisti quanto dei consumatori!

Coscienti di questo successo, abbiamo creato un comitato di pilotaggio al fine di favorire lo scambio di idee intorno al Sauvignon

 

Un posto d’onore per il Sauvignon!

Le ultime notizie

dal mondo di Sauvignon tutte le notizie

Origini

Vitigno di origine francese, il sauvignon discende probabilmente dal savagnin. Un incrocio naturale con il cabernet franc ha dato nascita al cabernet-sauvignon. Il nome associa le parole “selvaggio” e “bianco”, il primo aggettivo descrive il suo forte vigore.

Diffusione

Nel 2010 il sauvignon si situava all’8° posto tra i dieci principali vitigni piantati nel mondo con 110.000 ettari. Un terzo delle superfici si trovano ancora in Francia e il 50% in Europa. Il sauvignon bianco è coltivato in più di 30 paesi tra cui, in particolare, la Nuova Zelanda, il Cile, il Sud Africa, gli Stati Uniti, l’Australia, la Bulgaria e la Spagna.

Profilo organolettico

Freschezza, intensità aromatica e acidità. Aromi nei vini giovani: bosso, germoglio di ribes nero, ginestra, pipì di gatto, limone, pompelmo o frutto della passione. Un profilo organolettico polimorfo adattabile a numerosi matrimoni gastronomici e a diverse occasioni di consumo. In bocca un’acidità vibrante, una struttura fine ma pungente.

Caratteristiche culturali

Poco produttivo, vitigno a maturità media, predilige i climi freschi ma la sua acidità lo rende attraente per le zone a clima caldo. È un vero e proprio rivelatore di territori, climi e annate. Il suo vigore necessita di una buona pratica tecnica.

Polivalenza

Il sauvignon si adatta bene a vari climi e suoli. È particolarmente adatto all’elaborazione di bianchi secchi o liquorosi, monovitigno o assemblaggio.

Longevità

Capacità di invecchiamento media di circa 5 anni, fino a 20 anni o più per i vini liquorosi. L’invecchiamento in barrique può prolungare la longevità.

Partner istituzionali

Media Partner

Con la collaborazione di